Pace fatta con Collistar

Credo sia quanto meno doveroso da parte mia raccontarvi quello che considero un lieto fine di una vicenda che ho ampiamente discusso sul mio Blog.
Come ormai saprete qualche mese fa ho avuto una brutta esperienza in seguito all’utilizzo della CCcream di collistar, cosa che mi ha portato a tagliare i capelli di circa mezzo metro, con mia estrema disperazione.
L’utilizzo di questa maschera è facile ed il risultato veramente bello se utilizzata tono su tono, ma in caso di capelli chiari o bianchi è probabile che vi ritroviate con un effetto manga, come nel mio caso con meches violacee.
Ciò che mi lasciava perplessa era l’assenza di indicazioni riguardo a questa possibilità, insomma un pasticcio può capitare ma un individuo deve essere consapevole dell’eventualità che possa succedere un disastro e scegliere di procedere o meno.
Scrissi al supporto clienti Collistar e ricevetti un’esauriente risposta tecnica sul funzionamento di questa maschera miracolosa ma in pratica si sottolineava che il prodotto funziona perché prima di essere messo in commercio era stato testato e se qualcosa era andato storto sarebbe stato sufficiente qualche lavaggio per cancellare tutto.
Purtroppo non fu così e la mia delusione verso un’azienda che avevo sempre ritenuta ottima fu enorme.
Da anni utilizzavo diversi prodotti di Collistar, soprattutto i trattamenti corpo che ritengo tra i migliori in commercio, ma dal mio punto di vista la cura verso i clienti è importante tanto quanto la qualità dei prodotti.
Con mia enorme sorpresa la scorsa settimana ho ricevuto una email da Collistar, dove mi veniva richiesto un recapito telefonico per poter essere contatta e parlare direttamente con una responsabile.
Qualche giorno più tardi ricevo la telefonata da Anna Lisa Marcioni, signora dotata di una gentilezza disarmante e di grande simpatia, che si occupa di pubbliche relazioni per conto di Collistar.
La prima cosa che mi sento dire è “le chiediamo scusa per quanto accaduto.”, una frase che può rimarginare molte ferite, perché spesso le persone si preoccupano di trovare una giustificazione agli errori senza pensare che chi si sente in qualche modo ferito o danneggiato, non vuole una giustificazione, ciò di cui ha bisogno è di sentire che il “responsabile” è dispiaciuto tanto quanto lui.
Dopo le scuse ed uno scambio di opinioni sul prodotto accusato del disastro, siamo passate a chiacchiere meno formali ed infine la signora Marcioni mi comunica che Collistar vorrebbe in qualche modo rimediare all’accaduto e mi offrono un paio di trattamenti presso il salone Aldo Coppola della mia città.
“Una coccola per i miei capelli”, così ha definito questo dono; sono consapevole che questo non mi restituirà la mia lunga chioma, aspetterò con pazienza che ricrescano, ma di sicuro è stato un bel gesto da parte di Collistar che apprezzo molto.
Per ciò che mi concerne, credo di poter dire che io e Collistar abbiamo finalmente fatto pace, tolto il blocco verso l’acquisto di prodotti di questa azienda, potrò reinserirla nel posto che si era guadagnata nel corso degli anni prima di questo spiacevole inconveniente.

Advertisements

Il mio look tutto nuovo: un taglio estremo

L’ho fatto.
Quando Tina, la mia parrucchiera, ha domandato “Allora sei sicura…taglio?”
Ho dovuto respirare a fondo e chiamare a raccolta tutto il mio coraggio per risponde “Taglia”.
Ho visto una massa di capelli cadere disordinatamente sul pavimento ed una sensazione di gelo improvviso dietro il collo.

20131130-081339.jpg
È fatta, indietro non si torna.
Per togliere il colore indefinibile assunto dai miei capelli dopo l’applicazione della CC cream, è stata necessaria una decolorazione, che non si è comunque rivelata sufficiente ad eliminare completamente il riflesso paglierino del color nocciola.
Dopo la fase colore è giunto il momento di completare il taglio…così ecco un’altra massa di capelli abbandonare la mia testa per spargersi sul pavimento.
Mi osservo allo specchio con il cuore in gola, sono entrata con una lunga chioma fluente ed ora mi appresto ad uscire con un caschetto corto sfilato dietro.
Uno shock a cui dovrò abituarmi.
Tina è una maga del taglio e solo lei ha il permesso di toccare i miei capelli con un paio di forbici in mano, so di poter contare su di lei perché non mi ha mai deluso…ma abituarsi ad un cambiamento così radicale è veramente dura.
A tutte coloro che vivono a Ravenna consiglio vivamente di affidarsi all’esperienza ed alla maestria di questa ragazza che da quasi 6 anni è la mia parrucchiera di fiducia e che posso solo ringraziare.

20131130-081412.jpg
Ed ora…vi presento il mio nuovo look!

20131130-081447.jpg
Che ne pensate?