BBcream Pupa: tutta un’altra pelle

Avete presente quella categoria di donne che hanno esultato quando hanno scoperto la BBcream? Ecco io sono una di quelle.
Il fondotinta lo utilizzavo quando ero una teenager brufolosa, la cui vita sociale dipendeva esclusivamente da due prodotti: topexan e fondotinta.
Naturalmente se il primo prodotto avesse mai funzionato veramente, avrei potuto fare a meno del secondo, anche se ho sempre sospettato che l’utilizzo del secondo favorisse la formazione di brufoli sulla mia faccia…insomma era una sorta di circolo vizioso.
Con il senno di poi, mi rendo conto che di brufoli non è che ne avessi così tanti, giusto qualche puntini qua e la, ma a 13 anni sono una tragedia, soprattutto se la tua amichetta del cuore ha la pelle di porcellana.
Crescendo ho eliminato il fondotinta dal mio beauty case, limitandomi ad utilizzare una buona crema idratante ed un velo di cipria trasparente.
La BBcream mi incuriosiva parecchio, ma ammetto che ero piuttosto scettica; rimembravo la mirabolante crema colorata di nivea, che provai sempre nel mio periodo a pois, ma ne rimasi talmente delusa da buttare via l’intero flacone dopo sole due applicazioni.
Non solo non copriva nulla, ma il risultato era un terribile colore aranciato! Non so se con il tempo questa crema sia stata migliorata, ma negli anni ’90, a mio avviso, era terribile.
Ma torniamo alla nostra BB cream; nonostante lo scetticismo non potevo non provarla, ma memore delle brutte esperienze passate, ho optato per una versione economica.
La scelta è caduta su l’Oreal: il prezzo contenuto (circa 12€), la versione per pelli chiare che sembrava sposarsi perfettamente con il mio incarnato, l’azienda che, pur essendo di fascia bassa, vanta oltre un secolo di esperienza…perfetto, trovata e acquistata.

20140114-093345.jpg
Devo dire che mi sono trovata piuttosto bene: una copertura leggera, la pelle illuminata il giusto, leggermente colorata, abbastanza uniforme, per 12€ mi sembrava anche troppo.
Per quanto riguarda il fattore idratazione non saprei dare un’opinione, non utilizzo mai nulla senza la mia crema idratante sotto, quindi non ho mai utilizzato la BBcream di l’Oreal in modo tale da poterne testare la reale capacità di idratazione.
Ho utilizzato questo prodotto per un paio di anni, fino alla scoperta di questa BBCream di Pupa.

20140114-093410.jpg
Il prezzo è davvero ottimo, 15€ circa per 50ml di prodotto, contro i 12€ per 30ml di prodotto di l’Oreal, quindi in proporzione conviene Pupa.
La versione per pelli chiare (n.001 nude) è perfetta, uniforma ed esalta il colore naturale della pelle, ha una buona copertura ma un effetto naturale.
Si stende bene con le mani, come una semplice crema idratante, dona un effetto mat ma luminoso allo stesso tempo.

20140114-093534.jpg
Rispetto alla BBcream di L’Oreal questa di Pupa ha un effetto più nude.
Quella di L’Oreal anche se chiara donava un colorito più intenso, quindi era necessario sfumarla verso il collo per evitare un effetto “stacco”, mentre questa di Pupa non da nessun problema da questo punto di vista.
Naturalmente in caso di occhiaie accentuate o particolari macchie della pelle sarà necessario utilizzare prima un correttore; io utilizzo il Full Coverage Concealer n. 02
di Kiko con cui mi trovo benissimo, copre senza appesantire ed è perfetto anche come primer.

20140114-093640.jpg
In conclusione, consiglio a tutte di provare questa BBcream, un prodotto Made in Italy con un rapporto qualità prezzo davvero unico!

Advertisements

Lunedì astratto

Astratta. Questa è la parola giusta per descrivere come mi sento oggi.
Il mio distacco dalla realtà è iniziato alle 05.00, ovvero nell’istante in cui la sveglia ha tentato di riportarmi, con scarso successo, in una dimensione più concreta.
Niente da fare, oggi la mia mente è imprigionata nel limbo, tra sogno e realtà, dal quale sembra non aver nessuna intenzione di uscire.
La soluzione è senza dubbio assecondare questo mio stato, lasciare che oggi sia un lunedì astratto.
La Tempérance n. 14, di Dolce & Gabbana è la fragranza che mi accompagnerà in questa giornata, il suo tono mistico e caldo è l’ideale per reincarnare la mia essenza odierna.

20131125-082637.jpg
Questo profumo appartiene ad una linea composta da 6 fragranze, ognuna dedicata ad una figura dei tarocchi, creata nel 2009 da Dolce & Gabbana.
Ha un’anima dolce e floreale, un carattere deciso dato dalle sue note legnose e muschiate ed un sottofondo speziato; l’armonia degli elementi che compongono questa fragranza si rispecchia perfettamente nel suo nome: La Tempérance.
Ora che questa giornata ha una sua fragranza, passiamo alla fase trucco; voglio un effetto naturale ma luminoso, che rispecchi la mia essenza di oggi.
Uno sfumato leggerissimo, nei toni del marrone, fa da fondo all’eyeliner nero utilizzato per sottolineare lo sguardo e tanto mascara per definire il tutto.

20131125-082725.jpg
Il tocco in più é dato dall’eyeliner rosa glitterato nell’angolo interno dell’occhio e lungo la rima inferiore; per finire un blush rosa ed un rossetto nude lucido.

20131125-082857.jpg
I miei capelli oggi godono di un effetto antigravitazionale, così seguo la loro volontà e li lego in una coda alta che ripiego su se stessa e tiro indietro la lunga frangia con un cerchietto nero.
Perfetto, sono astratta al punto giusto.
Grazie al regalo inaspettato di una splendida fanciulla di nome Katia, oggi le mie unghie risplendono di un bellissimo verde smeraldo, con un tocco di oro che non guasta mai.

20131125-083025.jpg
Il verde è il n. 388 mentre l’oro è il 274, entrambi della linea Nail Laquer di Kiko.

20131125-083351.jpg
Ma questa giornata ha anche una sua colonna sonora: “All My Loving” dei Beatles; mi sono svegliata con questa canzone in testa e la sto ascoltando senza sosta

Una buona giornata a tutti!

20131125-094019.jpg

Non sono tutti uguali!

Vi ho già parlato del Chubby stick di Clinique e di quanto questo balsamo per le labbra mi avesse conquistato.
Visto l’uso spropositato che ne faccio, avevo deciso di provare uno dei cloni che oramai molte aziende propongono ad un prezzo decisamente più contenuto.
Il primo test è toccato al Glossy stick di Deborah; il packaging è praticamente identico a quello del Chubby stick ma costa meno della metà rispetto al medesimo prodotto di Clinique, ovvero 6,90€ contro i 16€ del Chubby.
Mi sono lasciata tentare dal Cherry Jam (n. 6), un rosso ciliegia che mi ricordava molto quello del Labello.
Credo che con i 6,90€ investiti per questo acquisto, avrei potuto comprare due Labello alla ciliegia e fare colazione al bar, sicuramente avrei fatto un affare migliore.
Una volta applicato tende ad “asciugarsi” in pochi minuti, lasciando le labbra secche ed appiccicose; nessuna traccia dell’effetto idratante che un balsamo dovrebbe garantire. Inoltre in soli due giorni le scritte stampate sullo stick si sono cancellate e la punta si è spezzata, insomma si è letteralmente sciolto collassando su se stesso, come potete vedere dalla foto.

20131116-101200.jpg
Assolutamente bocciato; il livello di delusione sfiora il picco massimo, il che è un vero peccato, Deborah a mio avviso ha prodotti di discreta qualità in rapporto al prezzo.
Io non mi arrendo facilmente, così eccomi ad un secondo tentativo che questa volta tocca al Creamy Lipgloss di KIKO, un prodotto che a quanto pare è andato a ruba, visto che in pochi giorni è letteralmente sparito dal negozio.
Il prescelto è il n. 107, un fucsia scuro molto lucido che mi è piaciuto al primo sguardo e che potete nella foto sotto.

20131116-101257.jpg
Anche in questo caso il prezzo si aggirava intorno ai 7€ e, senza alcun dubbio, sono stati spesi meglio rispetto al precedente tentativo.
Difficile dire che che questo Creamy Lipgloss possa sostituire il mio Chubby Stick, ma è un buon prodotto che continuerò ad utilizzare come gloss.
È più coprente e ha anche una maggiore durata rispetto al balsamo di Clinique, è lucido al punto giusto e non appiccica, il colore è veramente spettacolare, insomma una via di mezzo tra un rossetto ed un gloss.
L’unica pecca riscontrata nell’utilizzo di questo prodotto è l’assenza di idratazione; un buon gloss ma non possiamo definirlo un balsamo per le labbra.
Per me l’idratazione di un prodotto è un punto fondamentale, amo sentire le labbra morbide e levigate, sensazione che pochi rossetti riescono davvero a regalare.
Per quanto riguarda l’intensità del colore e la durata, basta scegliere la versione “intense”, che da qualche tempo si è aggiunta alla famiglia dei Chubby Stick e che garantisce una maggiore copertura.
Insomma l’operazione “sostituzione Chubby” è fallita; grazie a KIKO ho un nuovo gloss di cui sono molto soddisfatta, ma il vincitore resta lui, il Chubby Stick di Clinique, che questa volta vi mostro nella tonalità Super Strawberry (n. 07).

20131116-101414.jpg
Qualcuna di voi è riuscita a trovare un buon prodotto sostitutivo?

Un novembre verde come…

Lo smalto Quick Dry di Kiko n 834, un verde acqua dalla sfumatura dorata che mi ha fatto innamorare al primo sguardo.
Non lasciatevi ingannare dalla prima passata, ne occorrono due perché questo smalto dia il meglio di sé.

20131112-083800.jpg
Un colore adatto a tutte le stagioni e a tutte le carnagioni, insomma perfetto!
Sebbene sia indicata un’asciugatura extrarapida, per un risultato ottimale vi consiglio di far passare almeno mezz’ora tra una passata e l’altra; nonostante sembri asciutto, la seconda passata rischia di portare via tracce di smalto della prima ed il risultato sarebbe un colore non omogeneo.
Ha una buona stendibilità ed una discreta tenuta; purtroppo sulle mie mani non rende al meglio, nonostante le mie accortezze, il lavoro e la mia mania di lavarmi le mani ogni volta che tocco qualcosa non giocano a mio favore esteticamente parlando.

20131112-091216.jpg
Questo smalto si sposa alla perfezione con l’ombretto Infinity, sempre di Kiko, n 264.

20131112-092026.jpg

Giveaway

20131111-064143.jpg

Come promesso ecco il primo Giveaway firmato My Life Smell Of Vanilla.
Ho scelto per voi 4 prodotti “indispensabili”:
-chubby stick di Clinique n. 14 Curvy Candy, il mio preferito nonché protagonista del mio primissimo post
-smalto Sephora rosa, perfettamente abbinabile con il chubby stick.
-eyeliner KIKO ultimate pen, facile da usare grazie alla forma a penna, preciso ed a lunga tenuta.
-mascara longeyes+ KIKO, per ciglia davvero lunghissime e definite.
Tutto questo può essere vostro semplicemente partecipando a questo giveaway.
(Tutti i prodotti sono nuovi e sigillati nella loro confezione originale. Le foto sono reali).
Come partecipare:
– per poter partecipare dovete essere followers del blog (dal pulsante che trovate a destra per la versione web ed in fondo alla home per la versione mobile).
– se non l’avete già fatto, mettete mi piace sulla pagina facebook “My Life Smell Of Vanilla” (trovate la finestrella di Facebook a destra per la versione web ed in fondo alla home per la versione mobile);
– condividete il giveaway sulla vostra bacheca Facebook e taggate almeno 5 amici;
– lasciate un commento a questo post ed incrociate le dita!
Avete tempo fino alle 24.00 del 29/11/2013.
Ad ogni commento verrà assegnato un numero in ordine crescente; verrà ritenuto valido un solo commento per persona e solo per gli iscritti al blog ed alla pagina Facebook.
A decidere chi sarà la fortunata vincitrice spetterà al sito http://www.random.org e verrà pubblicato sabato 30/11/2013.
Se non sarete le vincitrici, niente paura, avrete tante altre occasioni!
Per partecipare dovete essere residenti in Italia.

20131111-064216.jpg

20131111-064329.jpg