I sogni nel cassetto, nell’armadio i ricordi

Cose che tornano alla luce sistemando l’armadio, già perché io nell’armadio non tengo gli scheletri, ma solo i ricordi. La mia prima borsa, la prima fatta interamente da me…2 mesi di lavoro costante con l’uncinetto sempre in mano, lavorata tutta a punto basso finché tutti quei gomitoli di cotone nero, non si sono trasformati in un vero e proprio tessuto. Una notte per cucire la prima fodera interna che rinforzasse il tutto e sostenesse la struttura della borsa, poi la fodera di raso rosa per darle quel tocco in più…il week-end passato a studiare i manici, perché fossero pratici e l’impugnatura restasse morbida…ed infine la decorazione di perle e cristalli di Swarovski per renderla preziosa. A distanza si 4 anni, ritrovarla mi fa ancora emozionare, mi sento ancora fiera di me stessa per essere riuscita a creare questa borsa, LaLì n. 1, (porta le iniziali mie e di mia sorella, Lara e Lisa). Ed allora me lo dico da sola…brava Lara!

20140728-192104.jpg

20140728-192115.jpg

20140728-192122.jpg

20140728-192133.jpg

Advertisements

ContortaMente Donne

Le donne hanno davvero una mente contorta, io per prima, non sfuggo assolutamente alla categoria.
Da quando abbiamo scoperto i vari siti o le comunità online dove è possibile vendere o barattare le proprie cose, abbiamo preso la palla al balzo.
Così ecco che mettiamo il classico annuncio “ragazze aiutatemi a svuotare l’armadio, tra poco esplode!” e creiamo una bella vetrinetta con tutti quei vestiti che non mettiamo, la maggior parte con l’etichetta ancora attaccata, perché quando l’abbiamo comprato non potevamo assolutamente farne a meno! Scarpe, borse, accessori di ogni tipo. Arriviamo ad avere 1200 oggetti in vendita e mettiamo descrizioni del tipo “adoro questa giacca, è davvero meravigliosa!” tanto che chi legge la prima cosa che pensa è “così meravigliosa che speri di liberartene!”.
Poi finalmente, un giorno riusciamo a vendere una canottiera, 20×20 cm di stoffa sapientemente confezionata per coprire giusto il seno, l’abbiamo pagata 75€ (si perché siamo affariste) e la rivendiamo per 10€.
Oh, ora si che l’armadio è vuoto!
Siamo troppo brave, tanto che nello spazio precedentemente occupato da una canottiera di 3 mm di spessore, riusciamo subito a farci stare 3 paia di jeans e 2 maglie, che siamo uscite a comprare aggiungendo 105€ ai 10€ guadagnati dalla vendita!
Non capisco perché il ministro dell’economia non sia una donna!

Quando la crisi ti arricchisce

Avete presente quando dicono che nelle difficoltà si tira fuori il meglio di noi? Io credo sia vero, almeno per quanto mi riguarda.
Non ho certo inventato nulla, ne ho creato qualcosa di utile all’umanità, ma ho scoperto di saper fare più di quanto credessi.
Parliamo di quasi 3 anni fa, quando la crisi per noi raggiunse l’apice e tra mutuo e bollette restava ben poco per pensare allo shopping.
Naturalmente, in quanto donna, posso rinunciare ad andare a mangiare fuori, ad un week-end fuori porta o a sistemare i graffi sulla portiera dall’auto, ma ci sono cose che non si possono proprio lasciar perdere perché sono una vera e propria esigenza.
Avrei voluto comprarmi un borsa, lo ammetto, sarà superficiale ma in quel momento sentivo l’esigenza di appagare me stessa con un qualcosa che amo e che, visto la quantità di ore che passo a lavorare, credevo di meritare.
Il punto è che non potevo farlo, il mio estratto conto diceva “No!”.
Che fare? Deprimermi perché la vita ingiusta mi costringeva a lavorare tanto ed a non poter spendere nulla per me? No, non avrebbe risolto nulla e non è nella mia indole, così ho deciso di farne una con le mie mani, una borsa che sarebbe stata come io volevo e che avrei avuto solo io.
Ho fatto uno schizzo veloce, volevo un qualcosa di semplice ma elegante.
Scelsi il colore: rosso, in onore del mio conto in banca.
Scelsi il materiale: cotone lavorato all’uncinetto.
Pronti…partenza…via!
2 mesi di lavoro; scelsi un filo sottile che lavorai tutto a punto basso…ogni istante libero lavoravo sulla mia opera d’arte, la notte, i week-end, fino al giorno in cui terminai il mio capolavoro.
Non era perfetta, ma era la mia creatura e la amavo con tutta me stessa.
Eccola qui, la mia primogenita.
(Scusate lo sfondo ma ero al lavoro quando ho scattato questa foto)

20140131-105858.jpg

20140131-101738.jpg
Qualcuno la vide è mi offrì 50€…gli riso in faccia al pensiero di cedere 2 mesi di lavoro e più di 50€ di materiale tra cotone, catenella per i manici, cerniere e decorazioni per una cifra del genere.
Rifiutai gentilmente l’offerta ed utilizzai co orgoglio la mia borsa rossa.
A quel punto perché non provare ad abbinarci una spilla per capelli? Così iniziai a creare fiori e farfalle tempestati di Swarovski , di varie dimensioni e colori, che trasformai in spille, collane, anelli!
Nulla di nuovo, il mondo è pieno di ragazze creative, ma quelle erano le mie creazioni e mi sembravano bellissime.
Ecco alcun spille per capelli:

20140131-101906.jpg

20140131-101915.jpg
La collana con tre fiori che vanno portati lateralmente:

20140131-101945.jpg
Gli anelli a fiore

20140131-102011.jpg
Questa foto è un po’ sfuocata ma è visibile uno degli anelli indossato.

20140131-102043.jpg
Ho continuato a produrre borse, fino a quando non ho creato lei , la mia opera magna, la borsa gioiello che da anni mi accompagna ogni giorno.
L’ho chiamata “minimal chic”, perché è piccola, una pochette, può contenere il minimo necessario: telefono, soldi, chiavi e sigarette.
La tengo sempre in borsa pronta all’uso, perfetta se devo andare a fare la spesa o per andare a ballare, perché si avvolge intorno al polso come un gioiello e si può tenere sempre con se.
Signori e signore, la mia minimal chic:

20140131-102120.jpg

20140131-102143.jpg

20140131-102304.jpg

20140131-102317.jpg

20140131-102330.jpg

20140131-102339.jpg
Ne ho fatte di diversi colori e le utilizzo tutte a rotazione.
Da Natale sto usando questa viola, mentre prima è stato il turno di quella blu. In primavera ed estate prediligo quella rosa e la fucsia, mentre la nera è un passe par tout che è perfetta sempre e comunque.

20140131-102439.jpg

20140131-102447.jpg
In un certo senso la crisi mi ha reso più “ricca”, portando alla luce una parte di me che, in altre circostanze, sarebbe rimasta nascosta.

20140131-102913.jpg

Vi concio per le feste!

Non poteva mancare un post dedicato alla festa più attesa dell’anno, quella che segna la sua fine e ci regala un nuovo inizio tutto da scoprire, senza contare che è una festa che non ha età, religione ne schieramenti politici, insomma Capodanno è per tutti.
Io lo passerò a casa di amici, con le persone che mi hanno accompagnato per tutto il 2013 e che spero facciano parte della mia vita anche nel nuovo anno che si accinge ad iniziare.
Detto questo, vediamo come affrontare questa lunga notte con un look semplice ed efficace.
Ho scelto un abito di paillettes color argento scuro che voglio proporvi in due diversi contesti, cambiando gli accessori, per una versione very chic o più rock.

20131228-135003.jpg
L’abito Zara (69,95€), sarà la nostra base, ovvero l’elemento fisso per entrambe le varianti.
Vediamo come abbinarlo per una versione very chic:
-Cardigan nero con collo a scialle (H&M 19,90€)

20131228-135114.jpg

-Decoltè in pelle nera Fornarina, modello Pennylane, con tacco a stiletto e cinturino. Altezza 115 mm.
(118€)

20131228-135158.jpg

-Pochette Liu Jo modello Brigitte, nera con stampa effetto cocco (139€). Misure h. 21 cm x L. 39 cm
Qualunque pochette o borsa si voglia abbinare, è necessario che l’hardware sia color argento come il vestito; niente borse con hardware dorato.

20131228-135235.jpg

Ora che siamo vestite, pensiamo a trucco e parrucco.
Credo che in questa versione siano perfetti i capelli legati che lascino scoperto il viso e diano un’aria più sofisticata.
Qui vi mostro una pettinatura che ho creato su Katia, che mi ha gentilmente prestato la chioma, visto che i miei capelli al momento non arrivano a sfiorare le spalle.
Per realizzarla vi basterà raccogliere i capelli in una coda bassa laterale e dividerli in due ciocche che poi andrete ad accavallare e fermerete al centro con un paio di forcine.
A questo punto create due trecce e portatele verso l’alto aiutandovi con delle forcine per bloccarle in cima alla nuca.

20131228-135415.jpg

20131228-135427.jpg

Dal momento che stiamo già indossando un vestito piuttosto appariscente, vi consiglio di non “appesantire” il tutto con troppi fronzoli, quindi l’ideale sarebbe un paio di orecchini piccoli e luminosi, come due semplici brillanti bianchi che daranno luce al viso senza dare troppo nell’occhio.
Per quanto riguarda il trucco, ecco cosa vi occorrerà: BB cream, correttore in crema, cipria trasparente, blush rosa o pesca, un ombretto color argento, eyeliner nero, mascara, gloss rosa.
La BB cream è la scelta migliore, vi darà un effetto naturale e vi assicurerà la giusta idratazione per tutta la notte. Il correttore in crema (io utilizzo quello di Kiko che ha davvero un’ottima copertura) può essere utilizzato anche come primer occhi stendendolo su tutta la palpebra fino alle sopracciglia.
Stendere l’ombretto color argento su tutta la palpebra superiore e procedere con l’eyeliner, creando una riga sottile leggermente più spessa verso l’angolo esterno dell’occhio dove andremo a creare una piccola coda allungata.
Utilizzare l’ombretto argentato con il pennello bagnato lungo tutto la palpebra inferiore.
Per evitare di trasformarvi in un panda durante la nottata, utilizzate un mascara waterproof e passatelo abbondantemente per un effetto ciglia finte.

20131228-135646.jpg

Tenete in borsa la cipria trasparente ed il gloss per i ritocchi durante la serata.
Dimenticavo: per un tocco di colore, un bel rosa acceso sulle unghie, come questo Rosy bow di Dior (Dior Vernis n. 355).

20131228-141925.jpg

Ora che abbiamo creato un look very chic, ripartiamo da zero per una versione più rock.
Questa volta al l’abito di paillettes Zara, abbiniamo un chiodo di pelle nera, corto con borchie a piacere, come questo, sempre di Zara (79,95€) in eco pelle con cerniere.

20131228-140011.jpg

Con le scarpe possiamo sbizzarrirci con stivaletti bassi od anfibi.
Bellissimi questi boots di pelle nera con cinghie di Twin-Set.
In questo caso il calzettino nero si potrebbe sostituire con uno color argento.

20131228-140116.jpg

La borsa da abbinare? Va bene, siamo in versione rock, ma non dimentichiamo che non stiamo andando ad un raduno di motociclisti (se così fosse, bhe avete libertà assoluta), ma ad una festa di capodanno, quindi la borsa deve avere personalità senza rinunciare ad un tocco di femminilità.
Vi propongo questa borsa a cartella di Liu Jo, modello Giada (259€)

20131228-140142.jpg

Ed eccoci alla fase finale che comprende trucco e capelli.
Assolutamente capelli sciolti, lisci o ricci non importa, ma sono categoricamente vietati i boccoli da bambolina.
Se si vuole optare per i capelli ricci, le onde devono essere selvagge, quasi spettinate, niente pettinature da brava ragazza.
Con i capelli sciolti potete mettere un paio di orecchini pendenti; anche in questo caso un divieto assoluto: niente cuori o fiocchi o similari (per quanto siano la mia passione), ricordiamoci che abbiamo scelto di essere bambine cattive del rock, non bimbeminkia, quindi potremmo optare per un paio di orecchini di questo tipo:

20131228-140312.jpg

Per quanto riguarda il trucco, basterà una piccola variazione a quello proposto per la versione chic, sottolineando lo sguardo con la matita nera lungo la palpebra inferiore e nella rima interna dell’occhio e sostituendo il gloss rosa con un rossetto rosso.

20131228-140229.jpg

Le unghie? Rossissime, tranne l’anulare, su cui potremmo utilizzare uno smalto color argento o glitterato, come questi di L’Oreal che trovo meravigliosi.

20131228-140340.jpg

Per entrambe le versioni il profumo è solo uno: Hypnotic Poison di Dior, caldo e passionale è l’ideale per la notte più lunga dell’anno!

Fatemi sapere cosa ne pensate o magari cosa cambiaste…

Ecco i miei regali di Natale: vince Pupa

Devo ammetterlo, se da bambina mi avessero detto che un giorno a Natale avrei scartato così tanti regali…non ci avrei mai creduto!
Mai come negli ultimi anni i miei Natali sono stati così pieni di manifestazioni di affetto; come tutti amo i regali, adoro i pacchetti da scartare tanto che spesso, quando compro qualcosa per me, la faccio impacchettare solo per arrivare a casa e poterla scartare.
So che capita di aprire un bellissimo pacco sovrastato da una luccicante coccarda dorata, così bello che ci siamo chiesti cosa potesse contenere dal primo momento che lo abbiamo ricevuto, per poi restare delusi dal contenuto una volta aperto.
Bene, posso dire con gioia che questo non è il mio caso, ogni pacchetto scartato mi ha lasciato a bocca aperta, ogni cosa è stata acquistata ed impacchettata pensando a me ed ai miei gusti e posso solo dire grazie a tutti per questo.
Ecco i regali che ho ricevuto:

– profumo Moschino I Love Love, regalo di mio suocero. Io stessa avevo comprato una crema corpo della stessa fragranza da regalare.

20131227-122422.jpg

-Pupa Bunny Big color Grigio Perla; meraviglioso, adoro questi coniglietti di Pupa. Questa trousse mi è stata regalata dalla mia amica Alice che mi ha detto “Spero che ti piaccia…”
La risposta è “Tantissimo! Grazie Alice, non potevi farmi regalo più bello!”

20131227-122545.jpg

20131227-122622.jpg
Dopo aver ricevuto questo Pupa Bunny grigio perla, visto che avevo già “adottato” quello rosa un mesetto fa, guardando Simone ho detto “Questi coniglietti mi piacciono troppo, li vorrei tutti, ora mi manca solo quello verde…”
Questo ci porta al prossimo regalo…

-Pupa Bunny verde, regalo della mia “fidanzata” Carmela, la mia tesora, che oltre a completare la mia collezione di trousse conigliose, mi ha regalato anche questo smalto, sempre di pupa, della serie Crazy Crystals, che proverò nei prossimi giorni.

20131227-122707.jpg

20131227-122756.jpg
Non può mancare una foto di tutta la mia famigliola di coniglietti riunita.

20131227-122843.jpg

– Pupa Pretty Lock viola, regalo delle mie cuginette adorate Tania ed Ylenia.
Davvero carino e della giusta dimensione per portarlo sempre in borsa per un ritocco veloce.

20131227-122933.jpg

-Pupart palette occhi n. 001, regalo di mia suocera assieme ad un buono, da spendere presso le profumerie Sabbioni, del valore di 80€.

20131227-123013.jpg
Questa palette occhi l’avete già vista, era tra i regali ricevuti da Simone per il nostro anniversario, avete già letto i miei elogi in un post dedicato alla linea Princess e continuo a lodarla perché la utilizzo moltissimo e ne sono entusiasta.
Mia suocera voleva cambiarla quando ha saputo che ne possedevo già una uguale, ma le ho detto di non pensarci assolutamente; la adoro e sono più che felice di averne una di scorta da utilizzare quando avrò finito la mia. Il buono lo utilizzerò nei prossimi giorni…un profumo? Un rossetto ed una BB cream di Dior? Qualche smalto ed un mascara? Non lo so ancora, ci penserò!

-Olio corpo profumato pieno di glitter ed un gloss rosa alla fragola (tutto di Sephora) dalla mia amica Barbara.
Per ora ho provato quest’olio solo su una piccola zona del braccio, mi incuriosiva molto, è così bello da vedere e devo dire che una volta a contatto con la pelle si assorbe subito e non unge!

20131227-123044.jpg

– un Plaid bianco a Pois color caffellatte, morbidissimo e tanto caldo, regalo di Nara. Mi accompagnerà durante questi freddi mesi invernali.

20131227-123127.jpg

– due braccialetti da parte di Cinzia.

20131227-123158.jpg

– un paio di orecchini prettamente Natalizi, regalo di Daniela.

20131227-123231.jpg

-una scatola di Tea comprata in un negozio che vende prodotti inglesi da parte di Fabio, che conosce il mio amore per the, tisane, infusi e bevande calde di vario genere.

20131227-123312.jpg

-due paia di leggins, un mega barattolo di proteine al gusto fragola + varie barrette proteiche (per la dieta post feste), un top ed una macchinetta per riempire le sigarette, completa di sigarette vuote da riempire e tabacco (lo so, un brutto vizio ma fumo non poco), da parte dei miei genitori. Non vi mostro queste cose perché il top ed i leggins sono da lavare ed il resto l’ho già aperto ed iniziato ad usare.

-200€ tra nonni e zii.
– e per ultimo ho tenuto regalo di mia sorella, un regalo meraviglioso che adoro letteralmente! Amo Pupa, ma non dimentichiamo che ho una fissa per Dior, cosa che mia sorella sa bene e, come sempre, si è preoccupata di arricchire la mia collezione con questa polvere illuminante per il viso ed una delle confezioni gioiello, ad edizione limitata, che appartiene ad una delle collezioni passate e che non ero riuscita ad accaparrarmi.

20131227-123401.jpg

20131227-123414.jpg
In aggiunta ecco un paio di orecchini pendenti con cuori smaltati color tiffany…mia sorella mi conosce come le sue tasche e mi riempie di cuori e fiocchi per cui stravedo.

20131227-123451.jpg
Per ultimo voglio mostravi la finezza delle confezioni regalo ideate da Pupa: queste borsette in tessuto lucido con chiusura in velcro che già di per se sono un regalo.

20131227-123520.jpg

-8 giorni a Natale: i regali dell’ultimo minuto

Oggi voglio spezzare il mio silenzio degli ultimi giorni, manca davvero poco a Natale, 8 giorni per l’esattezza, scatta il panico da “ultimi regali” e la corsa tra gli scaffali semi vuoti dei negozi e dei centri commerciali.
Io amo fare regali, adoro trovare la cosa giusta per ogni persona, analizzare le varie possibilità ed alla fine optare per quella più vicina alle mie tasche.
Mi rifiuto di comprare i regali in serie, come il classico bagnoschiuma o la candelina per tutti.
Un regalo è un qualcosa che deve comunicare alla persona che lo riceve un semplice messaggio “questo l’ho preso pensando a te”.
Questo non significa che un bagnoschiuma non sia una buona opzione, ma deve corrispondere al gusto del destinatario: regalare un bagnoschiuma al muschio bianco ad una persona che non ama quel profumo, comunicherà tutt’altro messaggio: “ti ho preso la prima cosa che mi è capitata sotto mano tanto per dire di averti regalato qualcosa.”
A questo punto è quasi meglio non regalare nulla.
Per chi ha poca fantasia o desidera fare un regalo a qualcuno di cui non conosce i gusti, può trovare una valida soluzione nei “buoni regalo” che oggi molte aziende mettono a disposizione.
Esistono i classici Smartbox, che oramai variano dal pacchetto benessere al soggiorno per due, fino ad una semplice cena che il destinatario potrà scegliere dove consumare tra le varie proposte che troverà all’interno.
Una soluzione che richiede il minimo impegno e fa la sua figura; qui trovate le varie soluzioni offerte dalla smartbox
http://www.smartbox.com/it/
Altri tipi di buoni regalo possono essere acquistati nelle varie profumerie, da kiko (sotto forma di card regalo), nei vari magazzini di elettrodomestici o, perché no, nell’Apple store per gli amici iphonisti.
Se invece preferite regalare qualcosa di più concreto da spacchettare il giorno di Natale, proviamo a trovare il regalo giusto per tutti.

-per la mamma/suocera: dobbiamo ricordare che il regalo deve essere per la persona, non per la casa. Troppo spesso tendiamo ad identificare la figura della mamma o della suocera con quella della casa. Il fatto che sia la donna di casa, non significa che ami lavare, stirare o passare il tempo a cucinare, spesso sono cose che deve fare per il suo ruolo, ma ricordiamo sempre che prima di tutto la mamma, che sia la nostra o quella del fidanzato, è una donna. Se siamo certe dei suoi gusti, possiamo comprarle un profumo, magari in coordinato con la crema corpo od, ancora meglio, con il profumo per capelli.
Una crema viso di fascia alta (la mamma se la merita sempre), una piccola trousse che riempiremo con dei cosmetici scelti apposta per lei: un rossetto (basta pensarci e sicuramente troveremo un colore che abbiamo visto sulle labbra della mamma nel corso degli anni), uno smalto, una matita occhi…insomma conoscete la vostra mamma, quindi saprete sicuramente cosa mettere in una trousse per lei.
Una mantella calda ed avvolgente, che si adatti a qualunque occasione, quindi deve essere semplice ma che la faccia sentire sempre elegante.
Una collana od un paio di orecchini, sono un regalo che rimane nel tempo.
A mia suocera, che vive in funzione della chiesa e della messa domenicale, regalai una collana a forma di rosario con una medaglietta (con l’immagine della Madonna o di un qualche Santo, non ricordo bene) ed una piccola croce; da quando l’ha messa la prima volta volta non l’ha più tolta.
Certo, a mio avviso c’erano collane più belle, con cuori pendenti od altri soggetti, ma ho pensato a cosa sarebbe piaciuto a lei ed ero certa che un rosario da gioielleria in argento ed oro rosa, sarebbe stato gradito; missione compiuta.

20131217-111939.jpg

-Papà/suocero: un maglione che gli dia un’aria giovanile senza renderlo ridicolo; una raccolta di cd del suo cantante preferito (De Andrè, Lucio Dalla, I Nomadi…appartengono ancora alla generazione in cui si aveva un gruppo o cantante che si amava tutta la vita e non secondo le mode del momento); una cornice digitale dove precaricherete le foto più belle della sua vita, da quelle di quando era bambino, i suoi genitori, le foto di quando andava a scuola, della sua gioventù, del matrimonio, quelle con i suoi amici, con la famiglia…insomma un collage digitale della sua vita.
Se ama vini o liquori potete regalargli una bottiglia speciale; un profumo da uomo che non potrà non amare, come fahrenheit di Dior, un profumo da uomo così buono che è perfetto per uomini di tutte le età.

20131217-112406.jpg

-Sorella: per una sorella modaiola possiamo optare per una borsa od un portafogli firmati; l’ideale è la Guess, il punto d’incontro tra qualità e prezzo, una firma alla portata di quasi tutti.
Ecco due modelli della collezione Autunno/inverno 2013/14

20131217-112020.jpg

20131217-112031.jpg
Sempre di Guess potete optare per un orologio od un qualunque articolo della linea guess jewels, dalle collane agli orecchini ai bracciali, potete sicuramente trovare qualcosa che risponda alle vostre esigenze. Una Cover per il cellulare può essere una soluzione abbastanza economica e che fa la sua figura, ad esempio quelle di Moschino sono famose e molto apprezzate. Per una sorella più intellettuale potete cercare un libro raro od una prima edizione del suo libro preferito, una borsa a cartella, un abbonamento annuale al teatro.

Fratello: qui racchiudo anche l’ultima tipologia della sorella: quella tecnologica. Inutile regalare una borsa alla vostra sorellina che vive in funzione dell’aggiornamento del sistema operativo del suo cellulare.
Al fratello od alla sorella tecnologica serve qualcosa che sostanzialmente abbia un pulsante di accensione che gli permetta di fare qualcosa.
Un tablet (non esiste solo l’iPad, ne potete trovare di più economici), un cellulare od uno smartwatch.
La Samsung propone il gear, ma potete comprare il Migo on line, un orologio che si connette via Bluetooth a quasi tutti i dispositivi android e che permette di ricevere messaggi e chiamate senza toccare il telefono.

20131217-112158.jpg
Io l’ho regalato al mio ragazzo e funziona perfettamente, permette di rispondere alle chiamate in vivavoce , quindi è l’ideale per chi passa molto tempo alla guida. Il costo si aggira intorno ai 90€ e si possono trovare tranquillamente su eBay.
Altro regalo per il fratello è un gioco per la play station o per l’xBox o la Wii…insomma grazie alle consolle un gioco è un regalo perfetto per bambini dai 5 ai 50’anni!
Un gioco che sicuramente riscuoterà successo? Gta 5, il più amato da tutti.

20131217-112234.jpg

Al fidanzato: sono valide tutte le opzioni indicate per il regalo al fratello, ma per un fidanzato possiamo azzardare anche un capo di abbigliamento: una giacca, una maglia, una camicia…secondo il genere del vostro compagno.
Per quelli fighetti nell’animo possono essere valide alternative una cintura od una sciarpa firmata, con il marchio ben in vista.
Per gli amanti dello sport, bhe vi basterà trovare un oggetto che riporti i colori od il simbolo della sua squadra del cuore. Se ama la formula uno o le moto, esistono pacchetti che consentono di passare una giornata su una pista seguendo un corso di guida ed è compreso un giro in pista con un pilota professionista.
Ama viaggiare? Potreste valutare un regalo che sia per entrambi e regalarvi un week-end in una capitale europea.

Alla fidanzata: potete risparmiare su tutto, ma non sognatevi di stare a guardare l’euro sul regalo per la fidanzata. In fondo è un regalo che fate anche a voi stessi: più una donna è soddisfatta del suo regalo più sarà carina nei vostri confronti, non vi romperà le scatole ed avrete diritto al “bonus carnale” da consumare entro fine anno.
Se penso a me stessa non posso che consigliare una borsa, un paio di scarpe, un profumo od un gioiello…ma come per la sorella, esistono donne più tecnologiche o più intellettuali.
Ma iniziamo dalla morosa stile Lara, ovvero quella che per una borsa firmata potrebbe sposare il suo fidanzato. Certo, una Lady Dior, una Coffer Bag di Miu Miu od una Peekaboo di Fendi mi renderebbero molto felice, ma visto il prezzo non proprio abbordabile, non mi aspetto nulla del genere. Sicuramente è meglio optare per un regalo di altro genere piuttosto che comprare un’imitazione a basso costo.
Per quanto riguarda le scarpe, non è facile comprarle, una donna che porta il 39 potrebbe necessitare di un 40 per un certo modello o magari può essere sufficiente un 38…insomma le scarpe vanno provate, quindi se decidete di regalare un paio di scarpe, credo sia meglio scrivere un biglietto in cui vi impegnate ad accompagnare la vostra fidanzata a comprare le scarpe che desidera e, naturalmente a pagarle.
Profumi…molti uomini entrano in profumeria e comprano Chanel n.5 perché è l’unico nome che conoscono e perché sanno che è il profumo per eccellenza. Ottimo, è vero, Chanel n. 5 è un profumo fantastico ma molto intenso e particolare, non adatto a tutte le narici. Questo il motivo per cui in molto bagni c’è una bottiglia di questo profumo piena da anni.
Se volete puntare su Chanel, certi che il nome sia una garanzia, allora potete acquistare Coco Mademoiselle, un profumo più delicato e certamente più facile da portare. Davvero buonissimo anche la nuova versione di J’adore di Dior,
che si chiama J’adore l’Or, un profumo dolce e caldo che risveglia tutti i sensi.

20131217-114424.jpg
Potrei consigliarvi anche una trousse ma difficilmente un uomo azzecca i colori giusti (il mio si grazie al cielo).
Un orologio gioiello od una collana sono sempre valide soluzioni.
Per la morosa intellettuale o tecnologica? Vedi il capitolo dedicato alla sorella…

Per l’amica/o: se si tratta della vostra amica/o del cuore sicuramente non avrete problemi a trovare il regalo giusto, ma per un’amica/o a cui volete bene ma non conoscete a fondo i suoi gusti.
Provate a pensare a lei o lui ed a cosa indossa di solito. Si veste sempre di nero? È una bomboniera sempre in rosa piena di fiocchetti e cosine luccicose? Ha sempre un paio di orecchini enormi? È una persona riservata e non vi lascia indizi ma a casa ha 15 gatti? Sicuramente potreste trovare una sciarpa con dei gattini, un bracciale di pelle con le borchie, un paio di orecchini, una cover per il cellulare…o potete cercare un regalo sul sito http://mindthegift.it/
vi basterà seguire le indicazioni per identificare il regalo giusto per ogni persona!

20131217-114457.jpg
Spero di esservi stata utile almeno un pochino…ed ora via con gli ultimi acquisti!

La mia borsa: verde come il mio novembre

Una borsa che risorge dal passato (è di un paio di anni fa), ma attuale più che mai.
Basta dare un’occhiata alle nuove collezioni autunno/inverno per assistere ad un exploit di borse pitonate, proposte da Gucci, da Cavalli, da Chanel…

20131113-090232.jpg
La mia è di Cinti, in pelle lucida verde con stampa pitonata e hardware color oro.

20131113-085358.jpg
Oserei definirla un evergreen in tutti i sensi, perfetta per questo “novembre color smeraldo” e per tutte le stagioni.
Sulle borse sono un’amante del classico, al primo posto nella mia lista dei desideri c’è da sempre la Lady Dior, che io considero la borsa per eccellenza, un’icona di eleganza che va oltre le mode passeggere, meravigliosa nella sua semplicità.
Seguono la Peek a Boo di Fendi, la Bow bag di Miu Miu (che possiedo già in color panna, ma punto a quella rosa antico), la 2.55 di Chanel e da poco è entrata in classifica la Boston Bag di Cèline.
E voi, quale borsa mettereste al primo posto?