Non sono stata io!!

Ore 11.30: la sottoscritta è tutta intenta a fare la spesa, quando incautamente svolta nella corsia dei dolciumi vari ed eventuali.
“Lara, fai la brava e vai dritto senza fermarti..puoi farcela!” penso tra me e me.
Arrivo circa a metà corsia senza cedere alla tentazione di allungare la mano verso una di quelle confezioni di biscotti ripiene alla crema di nocciola, ricoperti al cioccolato o farciti con deliziosa crema al limone.
A questo punto mi sento già vincitrice, ho passato la parte peggiore, siamo quasi alla parte dedicata alle merendine, ovvero la meno pericolosa per me (al contrario di biscotti o dolcetti vari).
Mai abbassare le difese: ecco, questo è il momento più delicato, quando pensi che oramai sia fatta…proprio in quel momento, quando il tuo sguardo si posa sui dolcetti al cocco…noooooo i dolcetti al cocco no, non posso farcela…sto per cedere.
Resto immobile aspettando che la mia coscienza si faccia viva impedendomi di compiere questo errore…nessun segnale dalle alte sfere.
Arrivo alla parte dei compromessi con me stessa:
“Ok Lara, facciamo così: nella confezione ci sono 15 dolcetti, puoi mangiarne 2 al giorno per una settimana, tanto per toglierti la voglia di dolce, la domenica te ne spettano 3 come premio per essere stata brava, così arriviamo a 15 esatti!”
Sottoscrivo una sorta di contratto verbale con me stessa, accettando tutte le condizioni…allungo la mano ed agguanto la mia confezione di squisita bontà al cocco, mettendola nel carrello soddisfatta e via…verso la cassa.
Ore 11.54:
Metto via tutta la spesa con cura, ogni cosa al suo posto…resta solo da sistemare la confezione di dolcetti al cocco. La prendo ed inizio a studiare la soluzione ottimale, ovvero un posto dove custodirli al sicuro da me stessa, fuori dal mio campo visivo sperando che il mio cervello si dimentichi che esistano, ma dove siano pronti all’uso per la mia dose quotidiana di 2 dolcetti.
Non è saggio gironzolare per la cucina con una confezione di dolcetti in mano, perché il primo pensiero che prenderà forma nella mente sarà “Bhe, oggi mi spettano 2 dolcetti, già che ci sono potrei mangiare la mia dose giornaliera”…così senza pensarci troppo su mi ritrovo la confezione aperta tra le mani ed il primo dolcetto tra i denti…poi il secondo…soprappensiero il mio cervello segue una sola regola “non c’è due senza tre….e il quarto vien da se!”
Quando riprendo coscienza delle mie azioni mi ritrovo tra le mani una confezione contenente 7 dolcetti “E gli altri 8 dove caspita sono finiti?? Li avrò mica mangiati io???”
Inizio a cercare una spiegazione logica alla sparizione dei dolcetti, naturalmente si parla di una spiegazione che escluda me stessa dalla lista dei sospettati.
Passo dal rapimento alieno alla possibilità che la confezione fosse fallata e mancasse già parte del contenuto al momento dell’acquisto, finendo a pensare che possa essere colpa del gatto che ha approfittato della mia distrazione per fregarmi i dolcetti.
Opto per il rapimento alieno, che risulta essere la spiegazione più ovvia, nonché la teoria più interessante: un’astronave aliena, quasi certamente rettiliana, mi ha catapultato a bordo, utilizzando un raggio teletrasportatore, dove sono stati eseguiti test ed esperimenti di vario genere da una équipe di scienziati alieni che subito dopo hanno cancellato la mia memoria, ma prima di riportarmi nel luogo d’origine, ovvero la cucina, hanno mangiato un po’ dei mie dolcetti.
È noto che in rettiliani sono golosi, in particolare di dolcetti al cocco…il che tra le altre cose mi fa supporre che io abbia una qualche parentela con loro.
Ore 12.15:
Mi complimento con me stessa per aver risolto così brillantemente il caso, quando mi accorgo che la confezione di dolcetti che ho ancora saldamente stretta tra le mani, è vuota, non ne resta neppure una traccia all’interno.
“Ah, questi rettiliani, probabilmente avevano dimenticato di eseguire un test e sono tornati a prendermi…e guarda che roba, hanno pure finito i miei dolcetti!”

20140307-133739.jpg

7 thoughts on “Non sono stata io!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s